Curiosità feline

4 curiosità sul re della casa: sua maestà il gatto.

Tutti amiamo i nostri amici felini, ma a volte abbiamo solo una vaga conoscenza del loro comportamento e delle loro abitudini innate. Scopriamone alcune in questo articolo.

 


 

LE FUSA

Suono unico e inconfondibile del nostro gatto. Rappresentano un messaggio sociale che mette in atto solo in presenza di persone o altri animali. Indica benessere, sottomissione o regressione al periodo in cui era cucciolo. Nella fase di allattamento infatti, mentre le zampine impastano il ventre della mamma per fare uscire il latte, i gattini emettono forti fusa. Esistono varie teorie sull’origine delle fusa: si ritiene che dipendano dalla contrazione della laringe e del diaframma, o dalle vibrazioni dei vasi sanguigni nel petto del nostro micio.
A volte però i gatti fanno le fusa anche se sono in ansia, se soffrono o hanno dolori. Le fusa sono un suono gioioso, un saluto per il nostro gatto. Gli scienziati hanno scoperto che per noi esseri umani, ascoltare il loro suono non è solo rilassante ma porta anche notevoli benefici fisici a chi soffre di ansia, ipertensione e depressione.

 

LA MEMORIA

La memoria di un gatto è molto sviluppata. Esso ricorda molto bene, volti, avvenimenti e situazioni particolari anche a distanza di tempo. Il nostro micio immagazzina molti ricordi che possono pure condizionare il suo comportamento. Una buona memoria favorisce una buona capacità di apprendere e studiare strategie per risolvere piccoli problemi quotidiani. Per esempio il nostro micio sa benissimo come ottenere da noi qualche crocchetta in più, e affinchè riaccada, userà le stesse tecniche.

 

Curiosità feline

SONNO E SOGNI

I gatti dormono per quasi due terzi della loro vita, il doppio rispetto ad altri mammiferi.
Esistono due centri dedicati alla nanna: 
uno presente dalla nascita, responsabile del sonno profondo e uno che si sviluppa intorno alle quattro cinque settimane d’età da cui dipende il sonno leggero.
Anche i gatti hanno una fase di sonno profondo, fase che come per noi viene detta REM (Rapid Eyes Movement), la riconosciamo facilmente nei nostri gatti perchè dormendo fanno dei piccoli scatti. In quei momenti meglio non disturbarli potrebbero svegliarsi nervosi e intrattabili.


CAPIRSI PER COMUNICARE AL MEGLIO

I gatti comunicano facilmente tra loro attraverso segnali olfattivi, miagolii e linguaggio del corpo. Noi esseri umani spesso non riusciamo a decifrare i segnali che ci mandano.
Il muso del gatto per esempio è la parte del corpo più espressiva quasi come il viso per noi, ma a differenza nostra che parliamo con occhi e bocca, i gatti si servono di tutte le parti della testa per comunicare i loro sentimenti.
– Quando socchiude gli occhi riducendole a due fessure, muovendo la coda nervosamente, il nostro gatto è agitato e in stato di allerta.
– Le pupille ingrossate sono sintomo di panico e le orecchie abbassate di rabbia.

Un gatto tranquillo e sereno socchiude lentamente gli occhi volgendoci sguardi affettuosi. Anche il suo corpo costituisce un chiaro indicatore del suo umore e dei suoi sentimenti.

Per salutarci incurva il dorso e si struscia contro le nostre gambe, tenendo la coda diritta. Talvolta si rotola sul pavimento mostrandoci la pancia questo rappresenta un chiaro segno di serenità e di piena fiducia verso di noi.


 

Conosci altri comportamenti che distinguono il carattere del tuo piccolo amico? Scrivili nei commenti! 

 

Commenta con Facebook

commenti